Trattamenti strumentali

Fisioter One è specializzato nell'utilizzo di energie di ultima generazione. Fiori all'occhiello sono il Laser N.d. Yag, un laser ad alto potenziale, la T.E.C.A.R. Terapia, onda d'urto (EMS), lettino da trazione Confort Duo Track.

Il laser a Nd.Yag è un laser ad alta energia il cui materiale attivo è costituito da un cristallo di YAG. Questo cristallo si presenta sotto forma di una barretta cilindrica ed è composto da una piccola percentuale di neodimio. YAG (Yttrium Alluminium Garnet) è un granato contenente ittrio e alluminio.

Questo tipo di laser è un sistema formato essenzialmente da tre elementi:
  • Materiale attivo: è l'elemento in cui si produce il fenomeno di amplificazione della luce (YAG)
  • Sistema di pompaggio o sorgente di attivazione, che fornisce l'energia al materiale attivo
  • Risonatore ottico o camera di risonanza: è una struttura generalmente cilindrica completata da un sistema di specchi che permette di amplificare le onde elettromagnetiche della luce laser

Utilizzo del laser
 
Le terapie fisiche fondano il loro principio attivo nel trasferimento di energia al tessuto biologico. È stato riscontrato che il laser a Nd YAG è particolarmente valido nel campo delle tendinopatie, delle lesioni muscolo-tendineo legamentose, della terapia del dolore di origine muscolo-tendinea e osteo-articolare.

Indicazioni

  • Lesioni muscolo tendinee e legamentose
  • Patologie flogistiche a carico di tendini e tessuti molli (tendiniti, borsiti, etc)
  • Patologie inserzionali
  • Riassorbimento di residui di ematomi e di edemi
  • Astralgie di varia natura sia reumatica che degenerativa
  • Stato di sofferenza muscolare e postumi di traumi
  • Ulcere artrofiche e varicose, cicatrici e piaghe da decubito

Controindicazioni
 
L'utilizzo del laser può determinare alcune controindicazioni in situazioni specifiche, in particolare:
  • Neoplasie sospette o conclamate
  • Gravidanza
  • Aree di emorragia
  • Epilessia
  • Trattamento di zone infette
  • Trattamento sul sistema simpatico, sul valgo e sull'area cardiaco in pazienti cardiopatici (per il rischio di interferire sull'attività elettrica cardiaca)
  • Trattamento su aree fotosensibili: pazienti con spiccata sensibilità alla luce devono essere trattati con prudenza dopo preventivo test per calibrare i dosaggi di esposizione